Parodontite cos’è e come curarla

By |2018-10-30T14:34:22+00:00luglio 13th, 2018|Blog, Prevenzione Dentale|0 Comments

 

Dopo aver parlato di come curare un ascesso dentale, in questo articolo tratteremo la parodontite. Cos’è la parodontite, quali sono i suoi sintomi e sopratutto cosa fare per prevenirla. .

Cos’è la parodontite

La parodontite, volgarmente piorrea, è un’infiammazione cronica dei tessuti preposti a sostegno dei denti (parodonto) che sono : osso, cemento radicolare, legamento parodontale e gengive.

Le cause della parodontite

La parodontite è determinata dall’azione dei batteri, che in individui predisposti, determinano perdita di supporto dei tessuti che sostengono i denti.
La causa principale è l’accumulo di placca e tartaro che favoriscono la proliferazione dei batteri responsabili della malattia. Un’altra causa importante è il fumo di sigaretta che aumenta di 4 volte il rischio di ammalarsi di parodontite.

Parodontite: i sintomi

I sintomi iniziali sono il sanguinamento e l’infiammazione delle gengive durante lo spazzolamento dei denti. Quando la malattia è in uno stato avanzato il paziente avverte mobilità e dolore alla masticazione dei denti danneggiati dalla parodontite. La parodontite può coinvolgere tutti i denti dell’arcata dentale o essere localizzata solo ad alcuni elementi. La parodontite è un’infiammazione cronica, che può presentare delle fasi di esacerbazione in cui i danni ai tessuti di supporto sono rapidi e molto aggressivi alternate a fasi di quiescenza in cui la malattia è stabile.

Parodontite: le cure

La cura principale della parodontite consiste nell’effettuare igieni dentali periodiche dal proprio dentista. La frequenza delle sedute di igiene varia a seconda della gravità della malattia stessa. Spesso è necessario effettuare pulizie radicolari profonde per rimuovere il tartaro sottogengivale note come courettage o levigature radicolari. Lo scopo è quello di far si che la parodontite si stabilizzi e la progressione della distruzione tissutale si blocchi.
Oltre alle sedute di igiene professionali è fondamentale effetuare una scrupolosa igiene a casa che prevede oltre all’uso dello spazzolino anche quello del filo interdentale. Nelle fasi acute della malattia parodontale è indicata la somministrazione di un’adeguata terapia antibiotica. Non sempre i denti affetti da parodontite sono mantenibili, se la perdita di supporto osseo è notevole è indicata l’estrazione dell’elemento dentale.Per questo è necessario effettuare sedute periodiche dal dentista, in modo da poter intercettare in tempo situazioni critiche che se trascurate non sono più recuperabili.

Parodontite: laser?

Il laser tanto pubblicizzato per la cura della parodontite non aggiunge nulla ad una corretta seduta di igiene professionale effettuata con le curettes e le punte ultrasoniche.

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]